-10

Fra dieci giorni torno bipede. Mi toglieranno il gesso, e potrò finalmente vantare il quadricipite femorale sinistro dei sogni, di diametro pari a quello di Roberto Carlos. A fronte della gambetta destra di un bambino poliomelitico. Sarò praticamente Rafael Nadal montato al contrario.   In questo piacevole mese di carrozzina, ho scoperto che – almeno a Como e Torino – si sono fatti…

Continue Reading

“… as good evening sounds too depressing”

E’ stato l’attore della mia infanzia. Avrò rivisto Jumanji dieci volte – mai abbastanza – e Hook – Capitan Uncino un numero forse ancora maggiore. Mi commuovevo in silenzio, sempre, perchè da piccolo mi vergognavo di piangere di fronte ai miei genitori, e trattenevo le lacrime. Bastava già mio padre con quegli occhi lucidi sistematici, prevedibili, anche nel vedere Die…

Continue Reading

Meme generator

Da questa foto pubblicata su Facebook con ironico citar di Kipling: “Se saprai mantenere la testa quando tutti intorno a te la perdono […] Tua sara’ la Terra e tutto ciò che è in essa, e quel che più conta sarai un Uomo, figlio mio! Quel genio del mio ex coinquilino ha tirato fuori una serie di meme da contemplare senza…

Continue Reading

Torino

«Torino non è una città simpatica, è anzi dura, aspra, esigente, è la città che dopo il tradimento di Villafranca fischiò gli alleati francesi che avevano vinto da soli a Magenta e lasciato tremila commilitoni sul campo di Solferino, che cent’anni dopo accolse nel gelo gli immigrati del Sud, ma è a suo modo generosa di sè: capitale d’angolo condannata…

Continue Reading

Aggiornamento

E’ un sacco che non scrivo su questo blog. E’ addirittura la prima volta che uso l’interfaccia nuova di WordPress. Se avessi dei lettori, mi scuserei con loro. Scrivo ora da Torino, città nella quale mi sono trasferito per un nuovo lavoro che mi lascerà probabilmente poco tempo per aggiornare con regolarità queste pagine. Farò del mio meglio, scrivendo di ogni…

Continue Reading

Tutte i più bei reportage à la Snowfall dell’anno passato

Avete presente quelle bellissime narrazioni di lungo respiro che vanno tanto di moda ora nel giornalismo contemporaneo? Quel fenomeno multimediale HTML5/CSS3 che Mario Tedeschini Lalli definisce “lunga inchiesta trattata con gli strumenti di narrazione multimediale che scardinano la tradizionale pagina web e si offrono a una fruizione particolarmente efficace su tablet,” ovvero il cosiddetto snowfalling…? Ecco. C’è un documento che raccoglie tutte…

Continue Reading

Questo me lo segno qui, che se no lo perdo.

Ona13@ from tedeschini, pescato qui. E… appunti sugli appunti sugli appunti dall’ONA-TORINO. Giorni un po’ frenetici, di cambiamento. Tornerò ad aggiornare il blog presto, lo prometto!

Dovunque suoni la melodia, la nota blues è sempre iperlocale.

Il blues deve quella sua maniera seduttiva, malia sospesa e ipnotica, ad una nota: la cosiddetta  blue note. Niente più che una diminuzione nella scala tonale, in fondo, ma che non esce più dalla testa. Questa settimana sarò ospite per il secondo anno degli amici di VareseNews e del loro Festival GLocal. Quotidiano online locale, VareseNews. Spesso e volentieri iperlocale.…

Continue Reading

L’età pensionabile dovrebbe essere trent’anni.

Quanto mi ci identifico, di questi tempi. Spectating has become a full-time job in and of itself— looking at other people’s LinkedIn pages, their Facebook page, their Wikipedia page— and now we judge ourselves too often by what we haven’t done, instead of what we have. And so by age 30, if we haven’t done X, Y or Z, we’re…

Continue Reading

Il MozFest: link e appunti utili per il giornalista/sviluppatore/visionario

Lo scorso weekend ho partecipato al Mozilla Festival a Londra, a cui ha già accennato anche PierLuca Santoro parlando di uno dei workshop in cui sono stato coinvolto, ovvero quello su come stabilire dei criteri di analisi qualitativa intorno all’engagement online dei lettori. Cos’è il MozFest. Una roba del genere. Un appuntamento nerdissimo organizzato da quelli del browser Mozilla (non Internet Explorer;…

Continue Reading